Teatro Flavio - RomaIl Teatro, che è anche sede dell’Università dello Spettacolo di Roma, si propone come un polo d’attrazione per molteplici attività culturali tra le quali, oltre alla programmazione teatrale, quella della proiezione di film di autori italiani. La struttura ospiterà nuovi cineasti che non trovano distribuzione nei circuiti standard e sono in programma anche festival teatrali per giovani autori e registi e convegni culturali. Aprirà la stagione del teatro Flavio “Le tre sorelle” di Anton Cechov per la regia di Franco Venturini. Allo spettacolo è abbinata la terza edizione del Premio per ragazzi “Il critico 6 tu”, ideato dalla giornalista Annalisa Venditti.
 



Teatro Flavio - Roma(Cinzia Dal Maso) - Si chiama Teatro Flavio per la sua vicinanza con il Colosseo il nuovo spazio per lo spettacolo di qualità che nasce a Roma grazie al coraggio e all’intraprendenza della compagnia Venturini-De Vita, da anni operante al Teatro D’Oggi.

Il Teatro Flavio, in via Giovanni Mario Crescimbeni 19, in uno degli angoli più suggestivi del centro di Roma, alle pendici del Colle Oppio, ha un’ampia e confortevole sala con circa 150 posti e un palcoscenico di 10 metri per 4,50. Il repertorio del teatro è classico - moderno, aperto anche a nuovi autori. Gli spettacoli in cartellone sono stati rappresentati con successo nelle stagioni passate in alcuni teatri romani e italiani. 

Lo spazio è dotato di impianto di condizionamento e di uno schermo cinematografico per la proiezione di film in qualità digitale.

Federica De Vita«In un periodo di crisi generale che, purtroppo, sta facendo registrare la chiusura di molte strutture – spiega Federica De Vita, direttore artistico del teatro – abbiamo deciso di andare controcorrente, aprendo un nuovo spazio teatrale che si propone anche come un polo d’attrazione per molteplici attività culturali».

Infatti, oltre alla programmazione teatrale dal martedì alla domenica e da ottobre a maggio, il Teatro Flavio dedicherà i lunedì alla proiezione di film di autori italiani. La prima proiezione, “Nulla accade a caso” per la regia di Franco Venturini,  è prevista per lunedì 5 ottobre, alle ore 21.00. Il film è tratto da una commedia dello stesso Venturini, “I semi di Uccia”, in cui un barbone non per necessità ma per protesta contro il mondo intero incontra casualmente, nella misera pensione in cui entrambi alloggiano, Uccia, una donna dal passato angosciante. Sarà un incontro devastante ed esplosivo...

Franco Venturini«La struttura ospiterà nuovi cineasti che non trovano distribuzione nei circuiti standard all’interno della rassegna annuale ‘Giano Bifronte - l’altra faccia del cinema’», sottolinea Franco Venturini, regista, attore e commediografo, ideatore della manifestazione.
In programma anche festival teatrali per giovani autori e registi e convegni culturali.

Il Teatro è sede dell’Università dello Spettacolo di Roma, scuola professionale che si avvale di insegnanti qualificati nel settore, fondata nel 1990 da Federica De Vita e Franco Venturini per formare nuovi attori e per dare spazio ai giovani, che possono creare compagnie proprie o realizzare cortometraggi.


Tre sorelle di Anton Cechov - locandinaLE TRE SORELLE

Aprirà la stagione del Teatro Flavio “Le tre sorelle” di Anton Cechov, con Federica De Vita, Chiara Conti e Bianca Maria Merluzzi. Regia e adattamento di Franco Venturini, che resterà in cartellone per tutto il mese di ottobre.

L’opera teatrale “Le tre sorelle” è stata scritta nel 1900 da Anton Cechov. Le protagoniste sono Olga, Masa e Irina, figlie di  un generale trasferito da Mosca in una lontana provincia Russa, ossessionate dal desiderio di tornare nella Capitale. Mosca, infatti, rappresenta ai loro occhi tutte le opportunità che la vita può offrire e l’unica via di scampo alla rozzezza provinciale.

Tre sorelle









I personaggi, più che dialogare tra loro, ripetono a se stessi un proprio esasperato monologo monocorde, incapaci di comunicare e di porgersi aiuto.

Il regista Franco Venturini propone uno spettacolo unico e moderno: «non le solite mummie sul palco, ma una rappresentazione vivace, un vero vaudeville così come voleva l’autore, ricco di pathos e leggerezza al tempo stesso», avvalendosi dell’interpretazione di tre brave attrici, Federica De Vita, Chiara Conti e Bianca Maria Merluzzi.

Che cosa rende le tre sorelle così insoddisfatte della loro vita in provincia? Cechov non lo dice, ma su questo aspetto Venturini propone una nuova chiave di lettura, al passo con i nostri tempi.

Annalisa VendittiAllo spettacolo è abbinata la terza edizione del Premio per ragazzi “Il critico 6 tu”, ideato dalla giornalista Annalisa Venditti e diretto da Franco Venturini. Possono partecipare gli alunni delle scuole medie superiori, inviando entro il 10 gennaio 2010 alla sede del Teatro Flavio, via Crescimbeni 19, una recensione, un breve componimento, un disegno o un fumetto sullo spettacolo, indicando nome, cognome e recapito telefonico dell’autore. Il lavoro più interessante e originale sarà premiato con un abbonamento per due persone alla prossima stagione del Teatro Flavio.

«L’iniziativa – precisa Venturini – nasce dalla precisa volontà di spingere i giovani a confrontarsi in maniera critica con il palcoscenico, a esercitare il loro senso critico, un’espressione di libertà a cui non è possibile rinunciare».


Teatro Flavio - Roma



 

Last Updated (Tuesday, 15 September 2009 23:04)