UNICO ESEMPIO DI
FESTA CAMPESTRE IN ITALIA


gamefair2009
Dal 29 al 31 maggio torna Game Fair. Previsti oltre 150 appuntamenti in tre giorni, che richiameranno come ogni anno un folto pubblico di appassionati. E' la diciannovesima edizione per la manifestazione dedicata alla vita all'aria aperta, ospitata per il terzo anno nella tenuta di Spinicci (Tarquinia), nel cuore della Maremma laziale: 80 ettari di pineta e macchia mediterranea che si spingono fino al mare. Anche quest'anno immancabile appuntamento con equitazione, caccia, pesca e subacquea, cinofilia, vita rurale, gastronomia. Un percorso en plein air, ricco di sapori, odori, colori e tradizioni. Il gruppo editoriale Adnkronos rinnova l’ormai consolidato rapporto di media partner del Game Fair. L’evento è patrocinato dall’assessorato alla cultura della Regione Lazio, dalla Provincia di Viterbo e dal Comune di Tarquinia.



L A N A T U R A D A S P E T T A C O L O

gamefair2009Per il terzo anno consecutivo il Game Fair si presenta nella cornice di Tarquinia.

Il Game Fair, unico esempio di festa campestre in Italia, richiama ogni anno decine di migliaia di visitatori da tutto il Paese ed anche dall'estero (50.000 nell'edizione 2008). Questo appuntamento senza uguali nel suo genere, si svolgerà in una tenuta (Loc. Spinicci) di circa ottanta ettari che arriva sino al mare.

La festa presenterà giorni densi e ricchi di spettacoli e iniziative di ogni genere legati a questo mondo. Spettacoli con cani, cavalli, falconieri, tiro a volo (prove per il pubblico ed esibizione dei campioni), percorsi di caccia, tiro ad aria compressa, ma anche arco e fionda, dimostrazioni e prove di pesca anche in mare, battesimi della subacquea. L'evento è strutturato per riuscire a dare al pubblico molteplici motivi per passare alcune piacevoli giornate nella piana con una serie di iniziative di ricreazione per le famiglie e per i ragazzi. Grande attenzione sarà prestata ai bambini con aree tematiche dedicate. Una buona, occasione, insomma per fare una vacanza in una località dalle molteplici possibilità di carattere turistico culturale e storico.

Conferenza Stampa di presenzione "Game Fair" 2009Alla conferenza stampa di presentazione del Game Fair, che si è svolta a Roma presso il Palazzo dell’Informazione dell’AdnKronos, sono intervenuti e sono stati invitati, Istituzioni locali, personaggi della cultura e dello sport, tra i quali Il giornalista Rai Giorgio Salvatori (nel ruolo di moderatore), Pasquale Cacciapuoti (AD. Gruppo Editoriale Olimpia, promotore del Game Fair), Mauro Mazzola (sindaco di Tarquinia) ed il vice Giovanni Olivo Serafini, Mario Trapè (assessore Agricoltura Caccia e Pesca Provincia di Viterbo), Giuseppe Parroncini (capogruppo PD Consiglio Regionale del Lazio), Alessandro Antonelli (presidente Università Agraria di Tarquinia), Dante Porta (direttore di Expogeo, comitato organizzatore del TARQUINIA - TENUTA SPINICCIGame Fair), Felice Buglione (Presidente della Fidasc la Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia del Coni) e Rodolfo Lorenzini, storico speaker del Game Fair.


Nel corso della conferenza stampa si è assistito anche ad un saggio delle acrobazie di aquile e gufi reali, guidati dal falconiere Gianluca Barone. Una breve anticipazione di ciò che si potrà godere nei tre giorni della manifestazione a Tarquinia. Sono state inoltre presentate tutte le altre novità di questa edizione: dalle gare sportive agli spettacoli, dai convegni alle tradizioni locali: 150 eventi in tre giorni, 150 espositori.







Come da tradizione, anche quest'anno protagonisti della manifestazione sono cani e cavalli. Per i primi sono previste gare di agility e dimostrazioni, tra cui il salvataggio in mare, mentre i cavalli saranno ospitati in un ring, all'interno del quale si succederanno 15 diversi spettacoli di equitazione. Tra le novità dell'edizione 2009, i somarelli di Allumiere, piccolo centro in provincia di Roma, impegnati nella rievocazione del caratteristico Palio delle Contrade, e la grande sfida tra butteri e cow boy, con tanto di villaggio western ricostruito.

Il Palio delle Contrade di Allumiere, dedicato alla Madonna delle Grazie, è una tradizione folkloristica risalente al 1500 che viene preannunciata la sera prima dalle varie feste danzanti delle sei contrade partecipanti. Inoltre è prevista la partecipazione dell'associazione “Tartufigena Vejanese”, che presenterà l'allestimento delle tradizionali capanne con ginestra, offrendo ai visitatori degustazioni di bruschette al tartufo e alla ventresca.

Game Fair Game Fair Game Fair

Al Game Fair c'è anche la pesca sportiva!

Quest'anno il Game Fair, il più grande kolossal del vivere all'aria aperta in programma a Tarquinia dal 29 al 31 maggio prossimi, ne ha per tutti, inclusi gli appassionati di pesca sportiva.
Sulla spiaggia, infatti, venerdì pomeriggio e sabato mattina sarà possibile seguire le dimostrazioni di Lino Materazzo, dal 2002 al 2007 componente nazionale italiana seniores surf casting e detentore del titolo della combinata tra "Trofeo Magrini" e "Trofeo Citizen", unico ad aver vinto entrambi i trofei. Il suo palmares è di tutto rispetto: ha disputato 5 campionati mondiali per nazioni (Francia, Belgio, Inghilterra, Italia, Portogallo) e un campionato mondiale per club. È stato pure campione italiano individuale nel 2001, a squadre élite nel 2006 e di eccellenza nord a squadre nel 2007.

Game Fair Game Fair

Con la collaborazione di artisti, gruppi di spettacolo, professionisti dell'addestramento nel settore equestre e cinofilo, sarà proposta al pubblico una grande allegoria dedicata al fantastico mondo della Maremma ed alla sua storia.

I temi principali che saranno rappresentati, in una scansione per quanto possibile cronologica, riguarderanno ovviamente i grandi valori tradizionali legati a questa terra, che per secoli è stata comunque terra di confine: l'allevamento del bestiame brado, il lavoro e l'abilità dei butteri, le transumanze condotte con l'infaticabile collaborazione dei cani da pastore, ma anche la caccia ed i suoi riti antichi, come la falconeria.

Uno spettacolo da non perdere, un viaggio a cavallo fra passato e presente, con la equilibrata, romantica e sensibile regia di Rodolfo Lorenzini, sullo sfondo di una terra generosa e durissima nello stesso tempo; un mix di cultura ed emozioni, che sarà difficile dimenticare…

Game Fair Game Fair

Un’altra rievocazione storica riguarda il "reenactment", messa in scena da gruppi di appassionati di storia militare, di collezionismo e di armi da fuoco d’epoca che faranno rivivere la vita dei soldati negli eserciti di epoche passate, con tanto di cannoni, accampamenti, costumi ed artiglieria. Quindi, tra gli eventi in cartellone, anche sfilate e manovre di addestramento di due eserciti austriaci del periodo napoleonico, organizzate dall'Associazione storico-culturale “Cannoni e Moschetti” di Medole (Mantova).

Per gli sport, nei tre giorni del Game Fair, si disputerà il secondo campionato europeo di tiro combinato di caccia, organizzato dalla Federazione italiana discipline armi sportive da caccia (Fidasc), competizione internazionale individuale e a squadre per nazioni con la partecipazione di circa 200 concorrenti provenienti da 16 Paesi. Poiché i pur immensi campi di tiro organizzati a Spinicci (la località vicino Tarquinia dove si svolgerà il Game Fair) non offrirebbero le assolute garanzie di sicurezza previste dal rigidissimo regolamento internazionale e dalle normative italiane, la Fidasc farà effettuare le prove con la carabina in un attrezzatissimo poligono federale situato nel Comune di Tuscania, a pochi kilometri dalla Fiera, dove i tiratori saranno trasferiti a bordo di apposite navette.

Il calendario prevede, inoltre, gare di tiro al piattello (saranno presenti i campioni Tim Bradley e Tom Knapp), prove di subacquea nelle acque del Tirreno, dimostrazioni di caccia simulata con la partecipazione di molte razze canine, dimostrazioni dei falconieri. E poi, tutti i giorni, l'appuntamento è con il Game Fair Show, rappresentazioni ricche di colpi di scena ed emozioni per tutti.

Tra le tante novità di quest’anno, il “Tiro laser al piattello”, un’iniziativa per permettere a grandi e piccini di provare la pedana di tiro e di avvicinarsi a questo sport di concentrazione e precisione, utilizzando un autentico fucile a 12 colpi che spara ad infrarosso e riproduce il suono dello sparo e del piattello rotto.

Ai visitatori e appassionati sarà offerta anche l’opportunità unica di scoprire gli affascinanti segreti dell’arte incisoria. Durante i tre giorni di apertura del Game Fair, infatti, Luca Casari, responsabile del Reparto Incisori Beretta, e Gabriele Ferraglio, Maestro Incisore, eseguiranno dimostrazioni dal vivo spiegando le varie tecniche d’incisione e rispondendo alle domande del pubblico in un gazebo appositamente allestito, adiacente allo stand Beretta, supportato da un sistema audio-video per garantire a tutti la perfetta visibilità di ogni dettaglio. Un po’ scultori un po’ pittori, i maestri dell’acciaio di Beretta sono custodi di un’arte antica che si reinventa ogni giorno.

A cura del Civico Museo di Storia Naturale di Jesolo (che riconferma la sua attiva presenza al Game fair per l'ottavo anno consecutivo), si svolgerà una vera e propria edizione straordinaria della consueta “Mostra Scambio” di cartoline, libri, riviste, riproduzioni artistiche, stampi, richiami e tutto quanto riguarda la cultura e le tradizioni venatorie. Quest'anno infatti l'evento sarà arricchito da una scenografia con alcuni dei più suggestivi modelli a grandezza naturale di fauna selvatica estinta. Come a dire qualche piacevole e affascinante salto nel passato che non mancherà di allietare e interessare visitatori e appassionati del genere.

Inoltre nella sala conferenze del Game Fair avranno luogo tre convegni: “La gestione faunistico venatoria del capriolo in Provincia di Viterbo dal 1997 al 2008: status e prospettive”, “Caccia di selezione nel Lazio: una novità nel segno della continuità” e “Leishmaniosi canina e malattie trasmesse da zecche - Descrizione del problema e consigli pratici per la prevenzione nel cane da caccia”.

Non mancheranno i cani addestrati alla ricerca del fungo ipogeo, che effettueranno dimostrazioni pratiche. «Per il terzo anno una location straordinaria come la Tenuta di Spinicci sarà teatro del Game Fair» ha osservato Dante Porta, direttore generale Expogeo, comitato organizzatore dell'evento «che sarà aperta al pubblico eccezionalmente in occasione della kermesse. E' una manifestazione che parte da una tradizione antica e lontana, che noi cerchiamo di far vivere attraverso la capacità di rappresentarla».

«Siamo soddisfatti che Tarquinia sia il territorio scelto per questa manifestazione» ha detto, Giuseppe Parroncini, capogruppo del Pd al Consiglio regionale del Lazio «Il Game Fair rappresenta un'occasione per valorizzare un territorio ancora integro, dal punto di vista ambientale e naturale, ma anche dal punto di vista culturale. Siamo nella patria degli etruschi, il visitatore può non solo partecipare alle iniziative della manifestazione ma anche visitare monumenti, gustare prodotti tipici e conoscere un posto straordinario».

«Siamo contenti di poter ospitare e inserire tra le manifestazioni turistiche del Comune questo evento» ha sottolineato il vicesindaco Giovanni Olivo Serafini «Tarquinia è un posto incantevole e i visitatori avranno l'occasione di scoprire un territorio la cui natura è rimasta immutata nei secoli. Questa manifestazione darà l'opportunità di promuovere l'incontro tra uomo, natura, piante e animali, che chi vive in città spesso dimentica».



Fonti: AdnKronos - Ufficio Stampa www.gamefairitalia.it
UNICO ESEMPIO DI

FESTA CAMPESTRE IN ITALIA



GAME FAIR - 19° EDIZIONEDal 29 al 31 maggio torna Game Fair. Previsti oltre 150 appuntamenti in tre giorni, che richiameranno come ogni anno un folto pubblico di appassionati. E' la diciannovesima edizione per la manifestazione dedicata alla vita all'aria aperta, ospitata per il terzo anno nella tenuta di Spinicci (Tarquinia), nel cuore della Maremma laziale: 80 ettari di pineta e macchia mediterranea che si spingono fino al mare. Anche quest'anno immancabile appuntamento con equitazione, caccia, pesca e subacquea, cinofilia, vita rurale, gastronomia. Un percorso en plein air, ricco di sapori, odori, colori e tradizioni. Il gruppo editoriale Adnkronos rinnova l’ormai consolidato rapporto di media partner del Game Fair. L’evento è patrocinato dall’assessorato alla cultura della Regione Lazio, dalla Provincia di Viterbo e dal Comune di Tarquinia.










L A N A T U R A D A S P E T T A C O L O



GAME FAIR - 2009Per il terzo anno consecutivo il Game Fair si presenta nella cornice di Tarquinia.

Il Game Fair, unico esempio di festa campestre in Italia, richiama ogni anno decine di migliaia di visitatori da tutto il Paese ed anche dall'estero (50.000 nell'edizione 2008). Questo appuntamento senza uguali nel suo genere, si svolgerà in una tenuta (Loc. Spinicci) di circa ottanta ettari che arriva sino al mare.

La festa presenterà giorni densi e ricchi di spettacoli e iniziative di ogni genere legati a questo mondo. Spettacoli con cani, cavalli, falconieri, tiro a volo (prove per il pubblico ed esibizione dei campioni), percorsi di caccia, tiro ad aria compressa, ma anche arco e fionda, dimostrazioni e prove di pesca anche in mare, battesimi della subacquea. L'evento è strutturato per riuscire a dare al pubblico molteplici motivi per passare alcune piacevoli giornate nella piana con una serie di iniziative di ricreazione per le famiglie e per i ragazzi. Grande attenzione sarà prestata ai bambini con aree tematiche dedicate. Una buona, occasione, insomma per fare una vacanza in una località dalle molteplici possibilità di carattere turistico culturale e storico.


ROMA - PALAZZO DELL'INFORMAZIONE ADNDRONOS - Conferenza Stampa di presenzione "Game Fair" 2009Alla conferenza stampa di presentazione del Game Fair, che si è svolta a Roma presso il Palazzo dell’Informazione dell’AdnKronos, sono intervenuti e sono stati invitati, Istituzioni locali, personaggi della cultura e dello sport, tra i quali Il giornalista Rai Giorgio Salvatori (nel ruolo di moderatore), Pasquale Cacciapuoti (AD. Gruppo Editoriale Olimpia, promotore del Game Fair), Mauro Mazzola (sindaco di Tarquinia) ed il vice Giovanni Olivo Serafini, Mario Trapè (assessore Agricoltura Caccia e Pesca Provincia di Viterbo), Giuseppe Parroncini (capogruppo PD Consiglio Regionale del Lazio), Alessandro Antonelli (presidente Università Agraria di Tarquinia), Dante Porta (direttore di Expogeo, comitato organizzatore del TARQUINIA - TENUTA SPINICCIGame Fair), Felice Buglione (Presidente della Fidasc la Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia del Coni) e Rodolfo Lorenzini, storico speaker del Game Fair.


Nel corso della conferenza stampa si è assistito anche ad un saggio delle acrobazie di aquile e gufi reali, guidati dal falconiere Gianluca Barone. Una breve anticipazione di ciò che si potrà godere nei tre giorni della manifestazione a Tarquinia. Sono state inoltre presentate tutte le altre novità di questa edizione: dalle gare sportive agli spettacoli, dai convegni alle tradizioni locali: 150 eventi in tre giorni, 150 espositori.







Come da tradizione, anche quest'anno protagonisti della manifestazione sono cani e cavalli. Per i primi sono previste gare di agility e dimostrazioni, tra cui il salvataggio in mare, mentre i cavalli saranno ospitati in un ring, all'interno del quale si succederanno 15 diversi spettacoli di equitazione. Tra le novità dell'edizione 2009, i somarelli di Allumiere, piccolo centro in provincia di Roma, impegnati nella rievocazione del caratteristico Palio delle Contrade, e la grande sfida tra butteri e cow boy, con tanto di villaggio western ricostruito.

Il Palio delle Contrade di Allumiere, dedicato alla Madonna delle Grazie, è una tradizione folkloristica risalente al 1500 che viene preannunciata la sera prima dalle varie feste danzanti delle sei contrade partecipanti. Inoltre è prevista la partecipazione dell'associazione “Tartufigena Vejanese”, che presenterà l'allestimento delle tradizionali capanne con ginestra, offrendo ai visitatori degustazioni di bruschette al tartufo e alla ventresca.












Game Fair



Game Fair
















Al Game Fair c'è anche la pesca sportiva!



Quest'anno il Game Fair, il più grande kolossal del vivere all'aria aperta in programma a Tarquinia dal 29 al 31 maggio prossimi, ne ha per tutti, inclusi gli appassionati di pesca sportiva.

Sulla spiaggia, infatti, venerdì pomeriggio e sabato mattina sarà possibile seguire le dimostrazioni di Lino Materazzo, dal 2002 al 2007 componente nazionale italiana seniores surf casting e detentore del titolo della combinata tra "Trofeo Magrini" e "Trofeo Citizen", unico ad aver vinto entrambi i trofei. Il suo palmares è di tutto rispetto: ha disputato 5 campionati mondiali per nazioni (Francia, Belgio, Inghilterra, Italia, Portogallo) e un campionato mondiale per club. È stato pure campione italiano individuale nel 2001, a squadre élite nel 2006 e di eccellenza nord a squadre nel 2007.








Game Fair



Game Fair



Game Fair











Game Fair Show


Con la collaborazione di artisti, gruppi di spettacolo, professionisti dell'addestramento nel settore equestre e cinofilo, sarà proposta al pubblico una grande allegoria dedicata al fantastico mondo della Maremma ed alla sua storia.

I temi principali che saranno rappresentati, in una scansione per quanto possibile cronologica, riguarderanno ovviamente i grandi valori tradizionali legati a questa terra, che per secoli è stata comunque terra di confine: l'allevamento del bestiame brado, il lavoro e l'abilità dei butteri, le transumanze condotte con l'infaticabile collaborazione dei cani da pastore, ma anche la caccia ed i suoi riti antichi, come la falconeria.

Uno spettacolo da non perdere, un viaggio a cavallo fra passato e presente, con la equilibrata, romantica e sensibile regia di Rodolfo Lorenzini, sullo sfondo di una terra generosa e durissima nello stesso tempo; un mix di cultura ed emozioni, che sarà difficile dimenticare…




Game Fair



Game Fair









Un’altra rievocazione storica riguarda il "reenactment", messa in scena da gruppi di appassionati di storia militare, di collezionismo e di armi da fuoco d’epoca che faranno rivivere la vita dei soldati negli eserciti di epoche passate, con tanto di cannoni, accampamenti, costumi ed artiglieria. Quindi, tra gli eventi in cartellone, anche sfilate e manovre di addestramento di due eserciti austriaci del periodo napoleonico, organizzate dall'Associazione storico-culturale “Cannoni e Moschetti” di Medole (Mantova).





Per gli sport, nei tre giorni del Game Fair, si disputerà il secondo campionato europeo di tiro combinato di caccia, organizzato dalla Federazione italiana discipline armi sportive da caccia (Fidasc), competizione internazionale individuale e a squadre per nazioni con la partecipazione di circa 200 concorrenti provenienti da 16 Paesi. Poiché i pur immensi campi di tiro organizzati a Spinicci (la località vicino Tarquinia dove si svolgerà il Game Fair) non offrirebbero le assolute garanzie di sicurezza previste dal rigidissimo regolamento internazionale e dalle normative italiane, la Fidasc farà effettuare le prove con la carabina in un attrezzatissimo poligono federale situato nel Comune di Tuscania, a pochi kilometri dalla Fiera, dove i tiratori saranno trasferiti a bordo di apposite navette.




Il calendario prevede, inoltre, gare di tiro al piattello (saranno presenti i campioni Tim Bradley e Tom Knapp), prove di subacquea nelle acque del Tirreno, dimostrazioni di caccia simulata con la partecipazione di molte razze canine, dimostrazioni dei falconieri. E poi, tutti i giorni, l'appuntamento è con il Game Fair Show, rappresentazioni ricche di colpi di scena ed emozioni per tutti.

Tra le tante novità di quest’anno, il “Tiro laser al piattello”, un’iniziativa per permettere a grandi e piccini di provare la pedana di tiro e di avvicinarsi a questo sport di concentrazione e precisione, utilizzando un autentico fucile a 12 colpi che spara ad infrarosso e riproduce il suono dello sparo e del piattello rotto.



Ai visitatori e appassionati sarà offerta anche l’opportunità unica di scoprire gli affascinanti segreti dell’arte incisoria. Durante i tre giorni di apertura del Game Fair, infatti, Luca Casari, responsabile del Reparto Incisori Beretta, e Gabriele Ferraglio, Maestro Incisore, eseguiranno dimostrazioni dal vivo spiegando le varie tecniche d’incisione e rispondendo alle domande del pubblico in un gazebo appositamente allestito, adiacente allo stand Beretta, supportato da un sistema audio-video per garantire a tutti la perfetta visibilità di ogni dettaglio. Un po’ scultori un po’ pittori, i maestri dell’acciaio di Beretta sono custodi di un’arte antica che si reinventa ogni giorno.






A cura del Civico Museo di Storia Naturale di Jesolo (che riconferma la sua attiva presenza al Game fair per l'ottavo anno consecutivo), si svolgerà una vera e propria edizione straordinaria della consueta “Mostra Scambio” di cartoline, libri, riviste, riproduzioni artistiche, stampi, richiami e tutto quanto riguarda la cultura e le tradizioni venatorie. Quest'anno infatti l'evento sarà arricchito da una scenografia con alcuni dei più suggestivi modelli a grandezza naturale di fauna selvatica estinta. Come a dire qualche piacevole e affascinante salto nel passato che non mancherà di allietare e interessare visitatori e appassionati del genere.

Inoltre nella sala conferenze del Game Fair avranno luogo tre convegni: “La gestione faunistico venatoria del capriolo in Provincia di Viterbo dal 1997 al 2008: status e prospettive”, “Caccia di selezione nel Lazio: una novità nel segno della continuità” e “Leishmaniosi canina e malattie trasmesse da zecche - Descrizione del problema e consigli pratici per la prevenzione nel cane da caccia”.

Non mancheranno i cani addestrati alla ricerca del fungo ipogeo, che effettueranno dimostrazioni pratiche. «Per il terzo anno una location straordinaria come la Tenuta di Spinicci sarà teatro del Game Fair» ha osservato Dante Porta, direttore generale Expogeo, comitato organizzatore dell'evento «che sarà aperta al pubblico eccezionalmente in occasione della kermesse. E' una manifestazione che parte da una tradizione antica e lontana, che noi cerchiamo di far vivere attraverso la capacità di rappresentarla».

«Siamo soddisfatti che Tarquinia sia il territorio scelto per questa manifestazione» ha detto, Giuseppe Parroncini, capogruppo del Pd al Consiglio regionale del Lazio «Il Game Fair rappresenta un'occasione per valorizzare un territorio ancora integro, dal punto di vista ambientale e naturale, ma anche dal punto di vista culturale. Siamo nella patria degli etruschi, il visitatore può non solo partecipare alle iniziative della manifestazione ma anche visitare monumenti, gustare prodotti tipici e conoscere un posto straordinario».

«Siamo contenti di poter ospitare e inserire tra le manifestazioni turistiche del Comune questo evento» ha sottolineato il vicesindaco Giovanni Olivo Serafini «Tarquinia è un posto incantevole e i visitatori avranno l'occasione di scoprire un territorio la cui natura è rimasta immutata nei secoli. Questa manifestazione darà l'opportunità di promuovere l'incontro tra uomo, natura, piante e animali, che chi vive in città spesso dimentica».




GAME FAIR







Fonti: AdnKronos - Ufficio Stampa www.gamefairitalia.itUNICO ESEMPIO DI

FESTA CAMPESTRE IN ITALIA



GAME FAIR - 19° EDIZIONEDal 29 al 31 maggio torna Game Fair. Previsti oltre 150 appuntamenti in tre giorni, che richiameranno come ogni anno un folto pubblico di appassionati. E' la diciannovesima edizione per la manifestazione dedicata alla vita all'aria aperta, ospitata per il terzo anno nella tenuta di Spinicci (Tarquinia), nel cuore della Maremma laziale: 80 ettari di pineta e macchia mediterranea che si spingono fino al mare. Anche quest'anno immancabile appuntamento con equitazione, caccia, pesca e subacquea, cinofilia, vita rurale, gastronomia. Un percorso en plein air, ricco di sapori, odori, colori e tradizioni. Il gruppo editoriale Adnkronos rinnova l’ormai consolidato rapporto di media partner del Game Fair. L’evento è patrocinato dall’assessorato alla cultura della Regione Lazio, dalla Provincia di Viterbo e dal Comune di Tarquinia.










L A N A T U R A D A S P E T T A C O L O



GAME FAIR - 2009Per il terzo anno consecutivo il Game Fair si presenta nella cornice di Tarquinia.

Il Game Fair, unico esempio di festa campestre in Italia, richiama ogni anno decine di migliaia di visitatori da tutto il Paese ed anche dall'estero (50.000 nell'edizione 2008). Questo appuntamento senza uguali nel suo genere, si svolgerà in una tenuta (Loc. Spinicci) di circa ottanta ettari che arriva sino al mare.

La festa presenterà giorni densi e ricchi di spettacoli e iniziative di ogni genere legati a questo mondo. Spettacoli con cani, cavalli, falconieri, tiro a volo (prove per il pubblico ed esibizione dei campioni), percorsi di caccia, tiro ad aria compressa, ma anche arco e fionda, dimostrazioni e prove di pesca anche in mare, battesimi della subacquea. L'evento è strutturato per riuscire a dare al pubblico molteplici motivi per passare alcune piacevoli giornate nella piana con una serie di iniziative di ricreazione per le famiglie e per i ragazzi. Grande attenzione sarà prestata ai bambini con aree tematiche dedicate. Una buona, occasione, insomma per fare una vacanza in una località dalle molteplici possibilità di carattere turistico culturale e storico.


ROMA - PALAZZO DELL'INFORMAZIONE ADNDRONOS - Conferenza Stampa di presenzione "Game Fair" 2009Alla conferenza stampa di presentazione del Game Fair, che si è svolta a Roma presso il Palazzo dell’Informazione dell’AdnKronos, sono intervenuti e sono stati invitati, Istituzioni locali, personaggi della cultura e dello sport, tra i quali Il giornalista Rai Giorgio Salvatori (nel ruolo di moderatore), Pasquale Cacciapuoti (AD. Gruppo Editoriale Olimpia, promotore del Game Fair), Mauro Mazzola (sindaco di Tarquinia) ed il vice Giovanni Olivo Serafini, Mario Trapè (assessore Agricoltura Caccia e Pesca Provincia di Viterbo), Giuseppe Parroncini (capogruppo PD Consiglio Regionale del Lazio), Alessandro Antonelli (presidente Università Agraria di Tarquinia), Dante Porta (direttore di Expogeo, comitato organizzatore del TARQUINIA - TENUTA SPINICCIGame Fair), Felice Buglione (Presidente della Fidasc la Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia del Coni) e Rodolfo Lorenzini, storico speaker del Game Fair.


Nel corso della conferenza stampa si è assistito anche ad un saggio delle acrobazie di aquile e gufi reali, guidati dal falconiere Gianluca Barone. Una breve anticipazione di ciò che si potrà godere nei tre giorni della manifestazione a Tarquinia. Sono state inoltre presentate tutte le altre novità di questa edizione: dalle gare sportive agli spettacoli, dai convegni alle tradizioni locali: 150 eventi in tre giorni, 150 espositori.







Come da tradizione, anche quest'anno protagonisti della manifestazione sono cani e cavalli. Per i primi sono previste gare di agility e dimostrazioni, tra cui il salvataggio in mare, mentre i cavalli saranno ospitati in un ring, all'interno del quale si succederanno 15 diversi spettacoli di equitazione. Tra le novità dell'edizione 2009, i somarelli di Allumiere, piccolo centro in provincia di Roma, impegnati nella rievocazione del caratteristico Palio delle Contrade, e la grande sfida tra butteri e cow boy, con tanto di villaggio western ricostruito.

Il Palio delle Contrade di Allumiere, dedicato alla Madonna delle Grazie, è una tradizione folkloristica risalente al 1500 che viene preannunciata la sera prima dalle varie feste danzanti delle sei contrade partecipanti. Inoltre è prevista la partecipazione dell'associazione “Tartufigena Vejanese”, che presenterà l'allestimento delle tradizionali capanne con ginestra, offrendo ai visitatori degustazioni di bruschette al tartufo e alla ventresca.












Game Fair



Game Fair
















Al Game Fair c'è anche la pesca sportiva!



Quest'anno il Game Fair, il più grande kolossal del vivere all'aria aperta in programma a Tarquinia dal 29 al 31 maggio prossimi, ne ha per tutti, inclusi gli appassionati di pesca sportiva.

Sulla spiaggia, infatti, venerdì pomeriggio e sabato mattina sarà possibile seguire le dimostrazioni di Lino Materazzo, dal 2002 al 2007 componente nazionale italiana seniores surf casting e detentore del titolo della combinata tra "Trofeo Magrini" e "Trofeo Citizen", unico ad aver vinto entrambi i trofei. Il suo palmares è di tutto rispetto: ha disputato 5 campionati mondiali per nazioni (Francia, Belgio, Inghilterra, Italia, Portogallo) e un campionato mondiale per club. È stato pure campione italiano individuale nel 2001, a squadre élite nel 2006 e di eccellenza nord a squadre nel 2007.








Game Fair



Game Fair



Game Fair











Game Fair Show


Con la collaborazione di artisti, gruppi di spettacolo, professionisti dell'addestramento nel settore equestre e cinofilo, sarà proposta al pubblico una grande allegoria dedicata al fantastico mondo della Maremma ed alla sua storia.

I temi principali che saranno rappresentati, in una scansione per quanto possibile cronologica, riguarderanno ovviamente i grandi valori tradizionali legati a questa terra, che per secoli è stata comunque terra di confine: l'allevamento del bestiame brado, il lavoro e l'abilità dei butteri, le transumanze condotte con l'infaticabile collaborazione dei cani da pastore, ma anche la caccia ed i suoi riti antichi, come la falconeria.

Uno spettacolo da non perdere, un viaggio a cavallo fra passato e presente, con la equilibrata, romantica e sensibile regia di Rodolfo Lorenzini, sullo sfondo di una terra generosa e durissima nello stesso tempo; un mix di cultura ed emozioni, che sarà difficile dimenticare…




Game Fair



Game Fair









Un’altra rievocazione storica riguarda il "reenactment", messa in scena da gruppi di appassionati di storia militare, di collezionismo e di armi da fuoco d’epoca che faranno rivivere la vita dei soldati negli eserciti di epoche passate, con tanto di cannoni, accampamenti, costumi ed artiglieria. Quindi, tra gli eventi in cartellone, anche sfilate e manovre di addestramento di due eserciti austriaci del periodo napoleonico, organizzate dall'Associazione storico-culturale “Cannoni e Moschetti” di Medole (Mantova).





Per gli sport, nei tre giorni del Game Fair, si disputerà il secondo campionato europeo di tiro combinato di caccia, organizzato dalla Federazione italiana discipline armi sportive da caccia (Fidasc), competizione internazionale individuale e a squadre per nazioni con la partecipazione di circa 200 concorrenti provenienti da 16 Paesi. Poiché i pur immensi campi di tiro organizzati a Spinicci (la località vicino Tarquinia dove si svolgerà il Game Fair) non offrirebbero le assolute garanzie di sicurezza previste dal rigidissimo regolamento internazionale e dalle normative italiane, la Fidasc farà effettuare le prove con la carabina in un attrezzatissimo poligono federale situato nel Comune di Tuscania, a pochi kilometri dalla Fiera, dove i tiratori saranno trasferiti a bordo di apposite navette.




Il calendario prevede, inoltre, gare di tiro al piattello (saranno presenti i campioni Tim Bradley e Tom Knapp), prove di subacquea nelle acque del Tirreno, dimostrazioni di caccia simulata con la partecipazione di molte razze canine, dimostrazioni dei falconieri. E poi, tutti i giorni, l'appuntamento è con il Game Fair Show, rappresentazioni ricche di colpi di scena ed emozioni per tutti.

Tra le tante novità di quest’anno, il “Tiro laser al piattello”, un’iniziativa per permettere a grandi e piccini di provare la pedana di tiro e di avvicinarsi a questo sport di concentrazione e precisione, utilizzando un autentico fucile a 12 colpi che spara ad infrarosso e riproduce il suono dello sparo e del piattello rotto.



Ai visitatori e appassionati sarà offerta anche l’opportunità unica di scoprire gli affascinanti segreti dell’arte incisoria. Durante i tre giorni di apertura del Game Fair, infatti, Luca Casari, responsabile del Reparto Incisori Beretta, e Gabriele Ferraglio, Maestro Incisore, eseguiranno dimostrazioni dal vivo spiegando le varie tecniche d’incisione e rispondendo alle domande del pubblico in un gazebo appositamente allestito, adiacente allo stand Beretta, supportato da un sistema audio-video per garantire a tutti la perfetta visibilità di ogni dettaglio. Un po’ scultori un po’ pittori, i maestri dell’acciaio di Beretta sono custodi di un’arte antica che si reinventa ogni giorno.






A cura del Civico Museo di Storia Naturale di Jesolo (che riconferma la sua attiva presenza al Game fair per l'ottavo anno consecutivo), si svolgerà una vera e propria edizione straordinaria della consueta “Mostra Scambio” di cartoline, libri, riviste, riproduzioni artistiche, stampi, richiami e tutto quanto riguarda la cultura e le tradizioni venatorie. Quest'anno infatti l'evento sarà arricchito da una scenografia con alcuni dei più suggestivi modelli a grandezza naturale di fauna selvatica estinta. Come a dire qualche piacevole e affascinante salto nel passato che non mancherà di allietare e interessare visitatori e appassionati del genere.

Inoltre nella sala conferenze del Game Fair avranno luogo tre convegni: “La gestione faunistico venatoria del capriolo in Provincia di Viterbo dal 1997 al 2008: status e prospettive”, “Caccia di selezione nel Lazio: una novità nel segno della continuità” e “Leishmaniosi canina e malattie trasmesse da zecche - Descrizione del problema e consigli pratici per la prevenzione nel cane da caccia”.

Non mancheranno i cani addestrati alla ricerca del fungo ipogeo, che effettueranno dimostrazioni pratiche. «Per il terzo anno una location straordinaria come la Tenuta di Spinicci sarà teatro del Game Fair» ha osservato Dante Porta, direttore generale Expogeo, comitato organizzatore dell'evento «che sarà aperta al pubblico eccezionalmente in occasione della kermesse. E' una manifestazione che parte da una tradizione antica e lontana, che noi cerchiamo di far vivere attraverso la capacità di rappresentarla».

«Siamo soddisfatti che Tarquinia sia il territorio scelto per questa manifestazione» ha detto, Giuseppe Parroncini, capogruppo del Pd al Consiglio regionale del Lazio «Il Game Fair rappresenta un'occasione per valorizzare un territorio ancora integro, dal punto di vista ambientale e naturale, ma anche dal punto di vista culturale. Siamo nella patria degli etruschi, il visitatore può non solo partecipare alle iniziative della manifestazione ma anche visitare monumenti, gustare prodotti tipici e conoscere un posto straordinario».

«Siamo contenti di poter ospitare e inserire tra le manifestazioni turistiche del Comune questo evento» ha sottolineato il vicesindaco Giovanni Olivo Serafini «Tarquinia è un posto incantevole e i visitatori avranno l'occasione di scoprire un territorio la cui natura è rimasta immutata nei secoli. Questa manifestazione darà l'opportunità di promuovere l'incontro tra uomo, natura, piante e animali, che chi vive in città spesso dimentica».




GAME FAIR







Fonti: AdnKronos - Ufficio Stampa www.gamefairitalia.it

Last Updated (Monday, 31 August 2009 00:06)